Buy and Help

Raccolta e Donazione Cibo

Sono tanti anni che collaboriamo come volontari attivi con il Banco Alimentare nella consueta Colletta di novembre.
Era da tempo che pensavamo a quale potesse essere la ricetta giusta per far sentire importanti i bambini e soprattutto per farli divertire nel raccogliere cibo per le famiglie meno fortunate.
Il risultato ci ha davvero commosso!
 
Entrando più nel vivo e nel concreto abbiamo organizzato un briefing con tutti i bambini nell’abitazione di un volontario. In quell’occasione abbiamo cercato di spiegare l’importanza di questo gesto solidale e di come si poteva raggiungerlo divertendoci tutti insieme.
Abbiamo quindi suddiviso la Colletta in 6 mansioni e ognuno si è candidato per quella che gli piaceva di più:
 
  • Fermare le persone all’ingresso del supermercato e parlargli della Colletta;
  • Ritirare la borsa con gli alimenti direttamente alle casse (questa fase ha scatenato delle simpatiche gare tipo “il gioco del fazzoletto”);
  • Suddividere il contenuto degli alimenti nella borsa, nei diversi scatoloni;
  • Costruire gli scatoloni e scrivere sugli stessi a quale categoria appartengono (es. pasta, legumi, etc.);
  • Chiudere gli scatoloni con lo scotch e pesarli in bilancia;
  • Preparare l’etichetta finale dello scatolone e compilare il modulo riepilogativo nell’apposito banchetto.
 
Abbiamo strutturato una sorta di circuito in cui i bambini, suddivisi in gruppo, ogni 20 minuti passavano alla stazione successiva e quindi nell’arco di 2 ore avevano svolto e imparato tutte le fasi di una buona Colletta e potevano poi dedicarsi nelle successive 2 ore a quella che gli piaceva di più.
Abbiamo deciso che il tempo massimo dovesse essere di 4 ore per ognuno al fine di non rischiare di appesantire la giornata del bambino.
Altro che appesantire… dopo le 4 ore previste i bambini non volevano proprio saperne di terminare l’attività, alcuni ci hanno pregato con enorme insistenza di poter continuare.
Anche i bambini un po’ più “bulletti” sono stati estremamente diligenti e rispettosi del lavoro di squadra e in poco tempo sono diventati dei veri e propri trascinatori del bene… una meraviglia!!!
Un sentito ringraziamento è rivolto ai genitori che ci affidano i propri pargoli e ci consentono di vivere queste intense emozioni continue.
Gli stessi genitori che poi ci raccontano come vedono più aperti, sereni e propositivi i propri figli dopo 4 ore di Colletta. 4 ore in cui hanno interagito con centinaia e centinaia di persone, 4 ore in cui hanno ricevuto sguardi e sorrisi di uomini e donne stupefatti di quello che stavano vedendo con i propri occhi. Genitori che ci raccontano che da quel giorno il bimbo non butta più neanche una briciola di cibo, bensì lo incarta per il pasto successivo. E la cosa più stupenda è che ci è arrivato da solo, non glielo abbiamo detto noi o i suoi genitori, è merito suo, lui lo sa bene e quindi se lo porterà per tutta la vita!

Raccolta Donazioni e Vestiario

L’iniziativa di volontariato consiste nell’individuare una famiglia che abbia reali esigenze di vestiti (o in certi casi di giocattoli) per i propri figli. Una volta individuata la famiglia procediamo nel parlarne ad alcuni dei nostri bambini e chiediamo loro se sono disponibili a reperire con noi dei vestiti (che possono essere abiti loro oppure li prendiamo da quelli che altre famiglie ci consegnano e che teniamo disponibili in cantina) da donare ai bimbi di questo nucleo famigliare.
Ottenuto l’ok da parte dei bambini procediamo con l’iniziativa, saranno proprio loro a piegare i vestiti, a metterli con ordine in uno scatolone, a preparare il “pacco regalo” e soprattutto a donarlo dalle proprie mani a quelle dei bambini bisognosi.

Play and Help

L’iniziativa consiste nell’offrire ad un gruppo di bambini la possibilità di imparare a suonare uno strumento con l’obbiettivo di formare una band musicale composta da soli bambini, con un’età media di circa 10 anni.
Abbiamo arruolato 5 maestri musicali che fossero in grado di insegnare ai bambini: pianoforte, batteria, chitarra, basso e canto. Abbiamo reperito gli strumenti che eravamo in grado di reperire con le nostre conoscenze locali e abbiamo comprato quelli che mancavano. Abbiamo stabilito giorni e orari che andassero bene ai 5 maestri e ai genitori e siamo partiti con un gruppo di 18 bambini. Appena i bambini si sentiranno pronti e confidenti nel poter suonare tutti insieme 3 canzoni organizzeremo il primo concerto di Play and Help. Stay tuned!

Il Centro Estivo

Il 2021 è stato il primo anno in cui siamo riusciti ad organizzarci per avere un centro estivo tutto nostro. Non volevamo un mero luogo di solo svago e divertimento (certo anche quello!) ma un laboratorio multi-educativo che potesse essere il trampolino di lancio per le future iniziative di volontariato di questi bambini e di queste nuove famiglie che non ci conoscevamo al termine dell’estate.
Ci siamo dati come obbiettivo l’iscrizione di 60 bambini dal 07 di giugno al 10 di settembre. In realtà di bimbi se ne sono iscritti 242 e quindi abbiamo dovuto correre ai ripari con l’inserimento di altri animatori, maestri ed operatori.
Le attività hanno inizio alle ore 7:30 e terminano alle 17:00 dal lunedì al venerdì. Spaziamo dagli sport, quali tennis, calcio, basket, pallavolo, rugby, nuoto, etc. ai giochi, quali ruba bandiera, palla avvelenata, fazzoletto, dama, scacchi, scala 40, indovina chi, etc. ai laboratori artistici quali pittura, fabbricazione braccialetti, collane, saponi, Hama Beads, etc. fino ad arrivare ai laboratori scientifici e alle lezioni di etica. Alcuni bambini sono arrivati al centro estivo con un altissimo livello di stress ed ansia che spesso rischiava di sfociare in azioni aggressive. Vedere giorno per giorno il trasformarsi di detta aggressività in dolcezza e sostegno ad altri bambini ci ha donato un’estate dal gusto più intenso e speciale.

Il Pedibus Ecologico

Da semplice passeggiata ad azione concreta di “baby volontariato”.
Nel consueto stile “Buy and Help” è nato un esperimento guidato e ricco di emozioni. L’obiettivo era vedere la reazione dei bambini all’idea di sentirsi utili e importanti nel tenere pulita la loro città durante il percorso da casa a scuola.
 
Abbiamo dotato di maxi pinze e alcuni rotoli di sacchetti dell’immondizia, bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, che desideravano essere utili provando a pulire la propria città, raccogliendo tutte le cartacce durante il tragitto.
 
Dopo un primo attimo di perplessità, durato 1 minuto, i nostri amati fanciulli si sono organizzati in autonomia. Chi tiene le pinze, chi tiene i sacchetti, chi avvista le cartacce, chi semplicemente incita gli altri
 
Ora i bambini si prenotano già per l’indomani, candidandosi nella mansione che preferiscono.
Oltre all’operatività mattutina, sono diventati dei bravi “vigili” e non le mandano a dire se vedono qualcuno che butta qualcosa a terra, infischiandosene della comunità. I bambini sono diventati più attenti, modificando in meglio anche i loro comportamenti.
Ora per essere coerenti con loro stessi e con i loro amici, sono molto attenti all’ambiente che li circonda e aspettano sempre un cestino per liberarsi della loro immondizia.
 
Abbiamo dilatato di qualche minuto gli orari delle fermate del Piedibus in modo che il divertimento fosse assicurato e non diventasse stressante l’attività, e il gioco è stato fatto…
Le pinze non bastano mai, ora anche i più timidi vogliono darsi da fare e più scatenati ne vogliono due.
Uno spettacolo per gli occhi e per il cuore.